Care lettrici e lettori fedeli, il conteggio di Net-parade,ogni mese, parte da zero. E' mia intenzione posizionare il mio BLOG nel punto più alto possibile delle classifiche. Per farlo ho bisogno del vostro aiuto. Cliccate sul banner qui sopra. Non occorrono dati personali, basta cliccare su "sì, confermo il voto"...SI PUO' FARE OGNI ORA! GRAZIE!

sabato 10 dicembre 2016

10/12/2016... Sabato mattina... At-tenti!

Buon giorno...

Ieri mattina ho pubblicato il mio nuovo EMOTIFISH, intitolato "Ho un diavolo per capello"...
A scuola, la mia amica Elisabetta, bravissima assistente amministrativa (ma è riduttivo definirla così perché nel nostro plesso è una sorta di Deus ex machina), mi ha detto: "perché non fai un emotifish con i capelli dritti?"
La cosa, come dicono i giovani, mi ha subito preso bene...al punto che, arrivato a casa, mi sono subito fatto l'improbabile ritratto...quello che avete visto più sopra...
In effetti i miei capelli sono assolutamente indomabili... Si impennano, si accartocciano, si annodano...altro che i rasta... Sono così fini da far invidia a Gianfranco Fini (pessima battuta, anche perché non so neppure più se attualmente il politico in questione abbia un incarico politico di rilievo o sia stato rottamato...dubito perché in Italia non se ne va mai nessuno...se non per cause, definitivamente, naturali)...
Ad ogni modo...chiusa questa lunghissima parentesi, devo ammettere che i miei capelli sono davvero inutili...non tengono e non temono una piega, non dimostrano mai di avere un senso... Colpa sicuramente mia... 
Al mattino, dopo aver fatto la doccia, esco di casa con i capelli assolutamente bagnati, in estate come in inverno... In questo periodo dovreste vedermi...i miei capelli si congelano e assumo le sembianze di quelle di Fantozzi dei momenti migliori!
Il mio parrucchiere, che vedo pochissime volte l'anno (forse un paio), mi sgrida sempre... "Guarda che capelli!"... "Non vedi come li hai ridotti?" Ti voglio qui al massimo fra tre mesi... (moltiplicato tre...forse)...
Ecco, quindi il mio emotifish didascalico...
Aggiungo che la mia nuova pettinatura qui riprodotta rappresenta anche il mio umore dopo che ieri, di ritorno da scuola, ho sentito dal giornaleradio che la ditta che ha preso l'appalto per rimuovere le macerie di Amatrice e le altre zone terremotate delle Marche ha avuto (o ha, non si capisce mai nulla di definitivo da queste notizie) un sacco di procedimenti in corso per smaltimento irregolare di rifiuti e altre cose che solo in Italia riusciamo sempre a portare a compimento...
Voglio dire...i nostri politici spendono tante belle parole sul nuovo corso, sulla trasparenza, si ammazzano per una sillaba "Sì" o una sillaba "no"...e poi, alla prima occasione, commettono SEMPRE lo stesso errore (se così possiamo chiamare questo orrore)...
Ma non possono informarsi prima a chi affidano gli incarichi? O non vogliono? 
Magari sono false notizie...tuttavia...vivendo in Italia...mi aspetto che sia così...
Mah...
Cosa posso fare? 
In attesa di alzare gli scudi mi permetterò di alzare i capelli...in segno di una protesta ancora muta (e come potrebbe essere una rimostranza di un pesce)...ma che presto potrebbe diventare più sonora...
Basta con queste vaccate...basta con un popolo bue che assiste ruminando nel proprio orticello... Lo dobbiamo ai nostri amici terremotati...lo dobbiamo a tutte/i noi...

Staremo a vedere...

Buona giornata...

venerdì 9 dicembre 2016

09/12/2016... Venerdì pomeriggio...ieri ho steso una nuova partitura...

Buon pomeriggio...


Il lavoro di questi giorni è faticoso, continuo e anche un po' stressante...ma lo amo tanto...
Scrivere Musica, come scrivere poesie o un romanzo o dipingere...o scolpire, non è cosa automatica.. Si può procedere con il "pilota automatico" e inanellare una serie di note, pause e armonie che "stanno bene" insieme... Ma per scrivere qualcosa che muove gli affetti...beh...non è cosa che può capitare tutti i giorni...
Chi crea arte (grande o piccola che sia) deve sempre e comunque fare i conti con quell'ingrediente "segreto" che si chiama ispirazione...
Se non c'è in quel giorno, non si potrà scrivere la MUSICA... 
Si potrà comunque ottenere risultati soddisfacenti all'orecchio ma, molto probabilmente, non al cuore...
Se quell'ingrediente tanto prezioso stenta ad arrivare...ecco...in quel caso sono guai...soprattutto quando ci sono delle scadenze da rispettare...

E' così sempre!


E non puoi mangiare o bere qualcosa per fartela venire... L'ispirazione è un appuntamento "magico" tra tecnica, cultura, cuore, bioritmi, vita vissuta, vita che sarà vissuta, respiro, anima, persone che girano intorno alla tua vita

Ma è così per tutto e per tutti...


Avete presente quegli sportivi che un giorno compiono imprese spettacolari, da incorniciare, e quello successivo sembrano un'altra persona...
Penso a quei tennisti che, in un torneo internazionale, indovinano tutte le battute (che non sono, ovviamente, quelle musicali), inanellando un ice dietro l'altro, e il giorno dopo si perdono dietro doppi falli a catena che lo fanno finire  fuori classifica...


Pensate ai calciatori e ai rigori, battuti giusti o sbagliati...o agli sciatori...o a chi volete voi...
Ecco...ieri, dopo ore di faticosissima concentrazione, in un momento anche complicato della mia giornata (con la salute che vacilla e i bacilli che sono sempre più arzilli), ho steso una nuova partitura...


Come ogni casalingo che si rispetti fa con il bucato settimanale, ho messo in fila  una serie di pagine...una dietro l'altra... Note non ancora note perché appena nate... Linee parallele riempite da pensieri...che si sono concretizzati in un esercito di suoni, silenzi, accordi, appuntamenti orizzontali e verticali...
Musica stesa...ma neppure troppo distesa... Musica che un giorno prenderà forma anche per le orecchie di chi la vorrà ascoltare, sentiero difficile da percorrere perché s'imbatterà nel senso critico e criptico del giudizio individuale... Solo allora capirò se per quelle pagine sarà valsa la pena rubare il tempo, tanto, alla mia vita extramusicale... 


Solo un coro a più voci di consensi potrà gratificare la mia vista sempre più sottile...e la mia schiena sempre più ostile...
Anzi...sapete cosa vi dico?  
Al di là del risultato finale...del giudizio di chi ascolterà la mia Musica...sento che non è stato comunque tempo perso...perché su quei fogli ancora volanti c'è impresso, comunque, il mio modo di essere...e quindi...di esistere...



Buona serata...


09/12/2016... Venerdì mattina... Ho un diavolo per capello...

Buon giorno...



Ebbene sì...oggi ho un diavolo per capello...
Perché?!
SIGNORA!!!! Lo sa che facendomi questa domanda potrebbe farmi adirare ancora di più?!
Ad ogni modo...
Il fatto è questo...
Tutti attendono i giorni di festa per riposarsi, girovagare di dove in dove... Ieri, per esempio, sarebbe stata proprio la giornata giusta per andare a visitare i mercatini di Natale... A parte che la mia scuola, essendo aperta anche di sabato, non ha programmato il ponte...
Torniamo a noi...dicevo...
Tutti attendono i giorni di festa per riposarsi, girovagare di dove in dove...io, invece, attendo le domeniche e i giorni di festa infrasettimanali per comporre, scrivere le orchestrazioni per il liceo musicale... Insomma...qualcuna/o di voi potrebbe dirmi che sono un... (scegliete voi l'appellativo)...
Infatti lo sono (qualsiasi cosa abbiate pensato)...
Dunque...il fatto è questo... Ieri era l'8 dicembre...un giorno festivo, come tutte/i voi sapete... 
Mi sono organizzato per benino... Come ogni giorno festivo ho compilato la lista delle cose da fare... Credo di esagerare sempre un po'...perché, alla fine, delle cose segnate riesco a farne (se va bene) la metà!
Ecco perché ho un diavolo per capello...
Come, SIGNORA?
No...non si tratta del Milan e dell'allenatore Fabio Capello... A pensarci bene, però un po' ha ragione... Quando il nostro ha ricevuto l'incarico di allenare il Milan qualcuno avrà ben pensato: "ecco un diavolo per Capello"... Ma non spacchiamo il capello in quattro...povero...che male ci ha fatto? E poi cosa dovremmo spaccargli...le braccine e le gambine?
Dunque, signora, che mi stava dicendo?
Mi dice che sono fortunato perché ho una discreta chioma?
Beh...certo!
Ho vissuto nel patema tutta la mia giovinezza temendo di diventare calvo... Continuavo a toccarmeli, questi capelli, a tal punto che, per un certo periodo li ho persi davvero... Avevo quattordici anni... Il dermatologo, oltre a farmi fare per quattro mesi le applicazioni di azoto liquido, mi ha prescritto un calmante... L'ho preso due volte poi ho smesso immediatamente...mi faceva l'effetto contrario... In quei giorni altro che un diavolo per capello...ne avevo almeno TRE per ognuno!
Eh...sì....SIGNORA! Ho rischiato di perderli, i miei adorati capelli... E' per questo che non li taglio quasi mai...me li tengo ben stretti sulla mia testa...nella speranza che restino al loro posto...
Come, scusi?
Sì, signora! Le persone senza capelli non possono avere un diavolo per capello...ma si arrabbiano lo stesso...oh...se si arrabbiano!!!!!
Magra consolazione per loro, quindi, non avere un diavolo per capello!
D'altra parte, anche per questo, sono ancora più agitati di me...  
Al termine di questo post voglio rivolgere un pensiero affettuoso e un consiglio a tutte quelle persone agitate e senza capelli...
Cosa  voglio dire loro, signora?
Semplicemente questo: CALVI...STATE CALVI! 

Buona giornata...

giovedì 8 dicembre 2016

08/12/2016... Giovedì pomeriggio... La Musica...vola...sempre...

Buon pomeriggio...

Ieri camminavo lungo i muri esterni della mia scuola, l'istituto "Plana" di Alessandria...quella, per intenderci (qualora ci fosse qualcuna/o che ancora non lo sapesse), che ha al suo interno l'ormai conosciutissimo liceo musicale... La Musica assecondava i miei passi...questi si facevano anzi guidare dal ritmo che usciva da più di una finestra... Ormai il nostro liceo è diventato una scatola sonora da cui escono, a ogni ora della mattina e del pomeriggio, suoni e armonie...belle...
Mentre godevo di quel momento meraviglioso, accarezzato da un sole che sembrava in consonanza con la Musica che prendeva forma senza essere comunque vista, ecco un foglio di carta nei pressi dei miei piedi... 



Non era un foglio di carta qualsiasi...era un aereo, realizzato con un foglio di carta da Musica...
Una scrittura elegante, ancorché "giovane" aveva tracciato su quelle linee orizzontali note e parole... Musica compiuta e compita...


Mi è venuta subito in mente quella semplice barchetta fatta dal sottoscritto con altra carta da Musica...un mese fa, regalata al mare che, con onde anche sonore, mi ha ringraziato alla sua maniera...prendendola con sé...


Alla fine, sia quella barchetta che quell'aereo sono, a parer mio, una bellissima metafora di quello che davvero rappresenta la Musica nella vita di tutti noi, musicisti e non...
La Musica vola sempre...la Musica non si ferma... La Musica vive il tempo di un'esecuzione e rimane immortale nel cuore di chi l'ha ascoltata...
La Musica è imprigionata nella carta pentagrammata...ma solo in forma di segni... Quelle cinque linee, in fondo, assomigliano anche un po' alle sbarre di una prigione... La Musica se ne serve per farsi riprodurre ma non per esistere...perché l'arte dei suoni vive a prescindere...sin dalla notte dei tempi...quando i sistemi di scrittura musicale non erano stati ancora inventati...
Quell'aereo, presumibilmente lanciato dalla finestra del liceo, è, come ho detto, un simbolo... I segni sono volati dalla finestra come hanno fatto i suoni...con la sola differenza che, mentre i primi sono finiti inesorabilmente a terra, i secondi hanno continuato a volare nell'aria, accarezzando con amore tutte le persone che, fortunate, si sono trovate nei pressi...in quel preciso momento...

Buon pomeriggio... 

08/12/2016... Giovedì mattina... Sincerità!

Buon giorno...

Oggi sarà una bellissima giornata...avrò un sacco di tempo per me...mi riposerò...ascolterò per ore la Musica...guarderò almeno tre film...
SSSSSSSSSSSSSSSSSSUI........



Immediatamente mi si allunga il naso...  
Già non ho un nasino proprio minuscolo...con tutte queste inesattezze, poi... SSSSSSSSSSSSSSSSSSUI........vedi come decollano le narici! Che poi...mica decollano...semmai...denasano...
INSOMMA...questo POST ha preso una brutta piega...come dice il mio parrucchiere (quella volta all'anno in cui lo vado a trovare) quando non riesce a domare quei mie capelli...peraltro decisamente non arrendevoli...
Detto questo...
Avete fatto mai il conto di quante volte al giorno siete sincere/i e quante, invece, no?!
Badate bene...non si tratta di dover per forza dire delle mega balle!
In 24 ore credo che ognuno di noi si trovi nella condizione, direi necessaria e - spesso - involontaria, di dire delle "bugie"...o, se preferite, delle mezze verità...
"Ma come ti sta bene quel cappellino!"
"Hai un aspetto fantastico!"
"Che piacere mi fa rivederti!"
"Hai suonato benissimo!"
"Che bello che è il tuo fidanzato!" (vale anche per il caso al femminile)
"Non sei invecchiata/o per nulla"
"Altro che madre e figlia...sembrate sorelle!"
"Hai cucinato divinamente!"
"La tua casa è bellissima!"
...
Potrei andare avanti sino a Natale (che, peraltro, è assai vicino)... Mi fermo... Avete capito, no?!
Nella vita quotidiana di un uomo...e di una donna...inciampiamo sempre in numerosissime situazioni in cui è sicuramente più conveniente dire una microballa...o, se preferite, una verità "smussata" negli angoli... 
Questo è da ritenersi moralmente corretto? Sarebbe forse meglio essere sempre spietatamente sinceri...costi quel che costi?
Insomma, trattandosi di microballe a scopo edulcorante direi che non dovremmo sentirci troppo in colpa...soprattutto se la piccola bugia viene detta a persone che non  hanno un rapporto troppo intimo con noi... Nei confronti di un amico, di un/una fidanzato/a, di un familiare, invece, direi che si dovrebbe usare sempre e assolutamente la più trasparente sincerità...
Parecchi anni fa, nella mia non breve parentesi politica durata dieci anni, mi sono trovato a fare un po' di propaganda pre-elettorale (poca, in verità)... Naturalmente ho chiesto il voto a parenti e amici... Uno di questi, uno dei miei "fratelli", la sera della  lunga giornata elettorale mi ha confidato di non avermi dato il voto poiché un altro candidato di una lista concorrente gli aveva promesso mari e monti (ogni riferimento all'ex presidente del consiglio è, fortunatamente, puramente casuale)...
Lì per lì mi sono molto arrabbiato... Poche ore dopo, però, ho compreso il vero valore di quell'amico (tutt'ora uno delle persone a cui tengo di più)... Nell'intimità della cabina elettorale nessuno aveva visto il suo voto... Quella sera il mio amico avrebbe potuto cacciarmi una balla e dirmi che mi aveva dato il voto... Invece lui, da vero amico, non ha voluto prendermi in giro e mi ha detto la verità...
Gran cosa l'amicizia...
Detto questo, in nome della vostra ormai quinquennale amicizia, cosa ne pensate dei miei EMOTIFISH?
SIGNORA cara...eccola...buon giorno dell'Immacolata!
Lei mi sta dicendo che sono piccoli capolavori?

SSSSSSSSSSSSSSSSSSUI........

SIGNORA!!!!! Perché mi dà le spalle? Perché scappa via di corsa? Si faccia vedere in faccia...
Non capisco perché sia fuggita così repentinamente...e senza più guardarmi...mah?!
Ad ogni modo...

Buona giornata e buona festa...

mercoledì 7 dicembre 2016

07/12/2016... Mercoledì mattino... Vediamoci chiaro...

Buon giorno...


Il lavoro pedissequo di scrittura musicale al computer mi porta a stare ore e ore davanti al monitor... Avete presente, vero?
Credo che tutte/i quelle/i che leggono si trovino nella mia situazione... Non dico, ovviamente, che tutte/i si mettano lì, ore e ore, a comporre per orchestra... Sono però convinto che la maggior parte di voi che state leggendo passi una buona fetta di giornata a leggere il giornale online, a scrivere relazioni, progetti, a chattare su Facebook ecc...ecc...
Insomma...non è una novità: tutte le generazioni future saranno sempre più bisognose di occhiali... 
I bimbi, ancora in fasce, sono già attivi per ore alle console dei videogiochi... Per non parlare dell'uso smodato di cellulari e smartphone fin dalla tenerissima età...
I nostri occhi non sono stati "progettati" per guardare per ore oggetti piccoli, luminescenti e vicini...con parole scritte in piccolissimo...
I nostri occhi hanno sempre avuto la funzione di guardare lontano...per cacciare, scrutare sino all'orizzonte più lontano...
Invece, oggi, abbiamo gli occhi tuffati nel blu dipinto di blu degli schermi piatti dei nostri accessori...che, oltretutto, ci costano un occhio della testa...se non due!
Mi prefiguro un futuro abbastanza prossimo nel quale tutti i giovani avranno la retina persa nella rete...nella quale si saranno fatti irretire... 
Vedo già i fidanzatini, mano nella mano, dirsi: "Sei MIOpe?" "Si, sono TUOpe!"
Ci saranno poi i corteggiatori incalliti, pieni di donne - ma virtuali-, che, in quell'epoca ipertecnologica, verranno chiamati DISPLAY-BOY!
I giovani del futuro prossimo non dovranno aspettare la demenza senile per  avere problemi di MEMORIA! 
Nessuno farà più sport...ne rimarrà solo uno: lo SCHERMO! 
Per farsi venire fame si userà l'APP-etito!
Nessuna/o andrà più in palestra per tenersi in forma ma tutte/i andranno nei negozi di Hi Tech per tenersi INFORMA-TICA!
Le ragazze, invece di pensare alla cellulite penseranno solo al cellulare... Ci sarebbe da dire: COSCE DA PAZZI!
Eppure sarà così...bisognerà fare i conti col nostro futuro...anzi no...nessuno saprà più farli...tanto c'è la calcolatrice nel cellulare!!!!!

Buona giornata...


martedì 6 dicembre 2016

06/12/2016... Martedì pomeriggio... ATTENZIONE! Comunicazione importante!

Buon pomeriggio...


Questo  è un POST di servizio e serve ad avvisare tutte le amiche e gli amici del BLOG che l'evento previsto per questa sera a Casale Monferrato è stato rinviato per motivi organizzativi. Il programma avrebbe previsto un intervento a sei mani del sottoscritto con il giornalista de "La Repubblica", Marco Pesatori, e Luciano Bobba.
La serata sarà riproposta all'inizio del nuovo anno. Sarà mia cura darvene notizia con tempestivo preavviso...
Sono molto dispiaciuto di rimandare l'appuntamento con i miei amici casalesi e la "mia" città... D'altra parte...la nebbia pesantissima che da questa mattina non lascia tregua agli automobilisti della mia zona mi consola parzialmente... Non sarebbe stato facile raggiungere Casale Monferrato questa sera...con la visibilità prossima allo zero e la mia fretta costante prossima all'ennesima potenza... Per non parlare, poi del ritorno a notte fonda!
Ad ogni modo, in attesa di comunicarvi la nuova data dell'evento di cui sopra, vi invito a leggere il POST qui sotto per prendere "nota" dei prossimi eventi di dicembre e dei prossimi mesi del nuovo anno...


Rimanete, dunque, connesse/i...


Buon pomeriggio...