Care lettrici e lettori fedeli, il conteggio di Net-parade,ogni mese, parte da zero. E' mia intenzione posizionare il mio BLOG nel punto più alto possibile delle classifiche. Per farlo ho bisogno del vostro aiuto. Cliccate sul banner qui sopra. Non occorrono dati personali, basta cliccare su "sì, confermo il voto"...SI PUO' FARE OGNI ORA! GRAZIE!

IELUI - l'evento

mercoledì 1 ottobre 2014

01/10/2014 Mercoledì mattino... STORIE CORTE... Quella strada un giorno...

Buon giorno...

Ieri mattina ho pubblicato questa fotografia...


Questa immagine ha evocato in me pensieri...
Seri? 
Veri? 
Neri? 
Austeri?
Nulla di tutto questo...
Qualche tempo fa ho compiuto una breve passeggiata in un mercato di antiquariato nei pressi della mia città... 
Quel giorno ho fotografato un po' di oggetti... 
A me quelle cose "gloriose", lasciate in mezzo a una piazza in attesa che qualcuno si interessasse a loro, mi hanno sempre suscitato sensazioni tristi...
Questa bicicletta, più di altri oggetti, ha attratto la mia  suggestione... Da quel sentimento è nata questa storia...corta...

Quella strada...un giorno...

Ho passato quasi tutta la mia vita a correre...su e giù per strade polverose... Quasi sempre le stesse... Avanti e indietro... Lui, il mio padrone, non aveva altri mezzi al di fuori di me... Faceva un sacco di chilometri...avanti e indietro...
Le strade di allora non erano mica come quelle di oggi, sapete?
Erano piene di buche...polverose, l'ho già detto, con poche automobili... C'era sicuramente meno smog di oggi...
Si procedeva placidi per quelle strade... Lui, il mio padrone, pedalava lentamente...eppure aveva una certa fretta... Doveva andare al lavoro...in fabbrica... Distava dieci chilometri da casa sua... Li percorreva sempre con me...d'estate...in inverno...col sole cocente...la pioggia...la neve...
Però il suo incedere andava al passo con quelle strade...era un incedere senza agitazione... Sembra proprio che le strade si siano evolute non tanto per assecondare le nuove automobili, più grandi e veloci, ma a causa della fretta degli uomini...


Ma io dico...l'uomo non è sempre lo stesso? Sì...secondo me...eppure...non è più lui... Corre...corre...corre... Ma dove deve andare, poi?!


Il mio padrone, mentre pedalava, guardava il paesaggio...lo gustava con lo stesso piacere che avrebbe provato bevendo un bicchiere di tamarindo all'ombra di un chiosco...in città... Lo conosceva a memoria, quel paesaggio...eppure ci trovava sempre qualcosa di nuovo... Perché era lui, il mio padrone, che si rinnovava ogni giorno... E si divertiva con poco... Bastava il ballo a palchetto, la domenica...o il bagno nel  fiume per renderlo felice... Si accontentava di ascoltare il fruscio delle foglie delle pannocchie che si confondevano con il rumore della mia catena...
Eh...erano altri tempi... Il mio padrone era felice...io con lui...
Come sempre accade, i momenti belli...piccoli, semplici...ma belli, finiscono...così come finisce la vita...


Il mio padrone andò in pensione... Subito fui felice... Pensai: "ora avremo ancora più tempo per stare insieme"... 
L'euforia durò poco... Lui incominciò, invece, a usarmi sempre meno... Non per cattiva volontà...semplicemente eravamo diventati vecchi...insieme... Il fatto è che l'uomo invecchia prima e peggio di noi biciclette...
Poco a poco mi lasciò in disparte... Qualche tempo dopo, se ne andò in un posto che non mi appartiene...
... Rimasi per anni inutilizzata... La polvere, i ragni, le cimici si presero gioco di me... Non mi riconoscevo più...
Un bel giorno un altro signore, più giovane del mio padrone, si interessò a me... Mi ripulì per benino... Sembravo tornata quella di un tempo... Può una bicicletta essere felice? Non lo so...eppure io lo ero...o lo sembravo... Pensavo che sarei tornata di nuovo su quelle strade... sapevo che erano cambiate... 
Ce l'avrei fatta a sostenere quei ritmi forsennati del nuovo presente? E chi mi avrebbe fatto correre? Quel signore? Credo si trattasse del figlio del mio vecchio compagno... Non ne sono certa perché sono stata chiusa in quella stalla troppi anni... 
Un bel giorno mi ritrovai su un mezzo più grande di me...uno di quelli "moderni"...con il motore... Strano, pensai, perché mai dovrei essere scarrozzata su questo bestione proprio io che sono nata per portare gli altri?


D'un tratto mi ritrovai dove mi vedete ora... Quel signore mi ha lasciato nelle mani di un altro uomo... Quest'ultimo non mi ha considerata molto... Mi ha dato una frettolosa sistemata, giusto per far crollare gli ultimi residui di polvere del mio glorioso passato, e mi ha messo in mostra... Sto lì, ora, ferma...a guardare la gente che  passa... che mi guarda e chiede al mio nuovo padrone: "quanto costa?"... Solitamente, alla risposta del "mio signore", tutti aggiungono: "troppo cara"...e se ne vanno...
Rimango lì, sospesa tra la dignità  e il rimpianto...in attesa di qualcuno che creda ancora nei vecchi valori e mi porti via da questo presente fatto di persone che vanno e vengono in cerca di frammenti del passato...loro o altrui... 
Può una bicicletta soffrire? 
Può una bicicletta sperare? 
Credetemi, io faccio entrambe le cose...
...qui...dove sono ora...

Buona giornata...

martedì 30 settembre 2014

30/01/2014 Martedì sera... Saluto serale...

Buona sera...

Giornata molto impegnativa e, comunque, piena di cose importanti...
Sono stanco... La giornata, però, non è affatto finita...
Questa sera ci saranno le prove del coro di IELUI... Non sarà una delle solite sedute... Questa sera tutti noi del CAST di IELUI ci ritroveremo alla Sala Santa Maria di Acqui Terme per fare le riprese dell'esecuzione di due-tre brani finalizzati alla realizzazione del Backstage...
Sarà una serata divertente...e stancante...
Allora risparmio qualche energia e vado subito a postare la soluzione dell'indovinello inventato dal giovane MICHI... Questa era la domanda:

Qual è il tipo di verdura che Peter Pan non può proprio digerire?

Non c'è stata alcuna risposta... PECCATO! Ecco, allora, la soluzione...

IL PEPER-UNCINO!

Ah ah ah ah ah... BRAVO MICHI! A MICHI risponde il fratello LEO, brillantissimo e giovanissimo "talento" della battuta, con questa "perla"...

Cosa fa una giovanissima verdura nell'incubatrice?

Ah ah ah ah ah...BELLA! Domani saprete... 
Ora vado... Mi attende (e mi stende) il coro... Mentre noi cantiamo voi fate cantare il mio BLOG a colpi di VOTI... Grazie!




Buona notte...a domani...

30/09/2014 Martedì pomeriggio... La Location e il visionario mondo di IELUI...

Buon pomeriggio...


Ieri pomeriggio, verso sera, io, Alberto Bottero, Barbara Dolermo e Ivano A. Antonazzo abbiamo compiuto il fatidico sopralluogo nella Location in cui si terrà il nuovo debutto di IELUI...


Si tratta del Centro Congressi di Acqui Terme, per intenderci, quella moderna struttura collocata in zona Bagni, proprio di fronte alla mastodontica piscina...


A dispetto del suo aspetto esterno (e scusate la pessima allitterazione), il Centro Congressi è una struttura molto bella, moderna e molto, molto (forse per me e per il mio Musical troppo) ampia.
L'obiettivo di ieri era quello di collaudare il mega proiettore di Alberto e Barbara (di My Stage. I due amici cureranno l'audio e le luci...sperando non ci siano ombre)...


Quella macchina è poderosa, in grado di "stampare" sulla parete enorme del Centro Congressi immagini nitide e perfette... Quello che ci vuole per le nostre scenografie che saranno solo ed esclusivamente multimediali, curate dal solito e solido Ivano A. Antonazzo...





L'esperimento è riuscito... 
Solisti, ballerine, musicisti e coro saranno avvolti da un gigantesco "affresco" di immagini che "invaderanno" l'intera parete della struttura e creeranno porte magiche per condurre ognuno di voi nel visionario mondo di IELUI...






A breve altre notizie...


Per il momento non posso che augurarvi un ottimo pomeriggio...

A questa sera...

30/09/2014 Martedì mattino... IMMAGINANDO... Pedalando...un tempo...

Buon giorno...


Oggi è martedì... Inizia il secondo giorno della settimana... 
Inizia presto... Almeno per me...e inizia con un bell'immaginando...
Ed ecco la fotografia che lo riguarda...


Ok, lo ammetto... L'ho invecchiata io...
Beh...ma...che male c'è?
La bicicletta è vecchia sul serio... La fotografia, però, l'ho scattata pochi mesi fa...
I colori di quello scatto toglievano quella patina di "antico" che quel velocipede si merita...
Va bene...ho esagerato... Non è un velocipede... E' una comunissima bicicletta di qualche anno fa...
Insomma...che sia una bicicletta, un velocipede, o quello che volete...c'è qualcosa che vi ispira questo mezzo (quasi) antico?
Vi avviso che io domani non scriverò un "Pensiero serio"...né una "Pesciade"...né una "Storia storta"...
Non so ancora cosa scriverò ma so che sarà qualcosa di appena appena diverso dal solito...
Non credo sarà lungo il POST di domani...sarà semplicemente differente...
Ma poi...siamo sicuri che sarà differente?
Perché, vedete, nella mia testa i pensieri, a volte, cambiano repentinamente... Può darsi che trasformi ancora questo "immaginando"..può darsi che quella bicicletta mi serva per "volare"...o per andare a ritroso o per sognare...o, semplicemente, per ricordare...
Il BLOG è anche questo...un miraggio speso tra i raggi non del sole ma di una ruota abituata a girare e per questo avvezza ai cambiamenti di rotta...mai rotta, lei, la ruota...mai retta (e come potrebbe, visto che è a forma di cerchio)...in una strada diritta...
E dunque?
Dunque non resta che attendere che quei pedali inizino a muovere l'aria nei pressi dei piedi...sperando che questi non siano troppo legati alla strada che stanno facendo...

A più tardi...

lunedì 29 settembre 2014

29/09/2014 Lunedì sera... Saluto serale...

Buona sera...

Che giornata!
No, signora, non parlavo del clima... In questo caso avrei detto: "Che giornata!!!!!" E ci avrei pure infilato una bella faccina sorridente... Sotto questo aspetto è stata una giornata straordinaria!
No...intendevo dal punto di vista BUROCRATICO! Scusate ma è una vera fissazione...
Ogni inizio di anno scolastico è la stessa storia... Mi perdo nel mare di documenti...decine e decine di pagine di programmi, commenti, relazioni, progetti... Tenete sempre presente che, tra ore curricolari e ore pomeridiane, io ho 19 CLASSI!!!!! Moltiplicate queste per una decina di fogli di programmazione...
Bon...ho detto tutto...
Ricordatemi, il prossimo anno, che mi devo mettere in aspettativa...o (forse sarebbe meglio) LICENZIARE!
Detto questo...vado a postare la soluzione dell'indovinello proposto dal sottoscritto su ispirazione di GIULIA!

Ecco la domanda:

Qual è il colmo per una signora astemia e antipatica?

Non mi pare ci siano state risposte... Peccato perché, secondo me, questo indovinello era carino... Ecco la soluzione:

ESSERE SCAMBIATA PER UNA DONNA DI SPIRITO!

Questa sera propongo un indovinello che mi ha suggerito sabato il giovanissimo MICHI... E' molto carino... No signora...non parlavo di MICHI! Cioè...MICHI è un bellissimo e brillantissimo ragazzino...ma io, se permette, parlavo del SUO INDOVINELLO!!!!!! E non mi interrompa, per favore....che sono già abbastanza fuso...

Ecco la domanda:

Qual è il tipo di verdura che Peter Pan non può proprio digerire?

Ora vado... Questa sera devo ancora lavorare...e la sveglia domani mattina...NON PERDONA!



Buona notte... A domani...

29/09/2014 Lunedì pomeriggio... A.A.A. Cercasi SPONSOR!

Buon pomeriggio...



Oggi è il 29 settembre... Cosa vi fa venire in mente?
Sì, BRAVI, la prima cosa che salta alla mente è la canzone dell'Equipe 84!
A me, invece, viene subito alla mente che tra esattamente due mesi, il 29 novembre, sarà la vigilia del debutto di IELUI!
Sono molto contento...anche molto preoccupato... Sono ancora tantissime le cose da fare...
Giovedì iniziano le prove della BAND, oggi abbiamo il sopralluogo tecnico al Centro Congressi per definire, con Alberto Bottero, la modalità di proiezione delle animazioni di Ivano A. Antonazzo...
Nei prossimi giorni si definiranno i costumi... Tra pochi giorni inizieremo a provare con i diversi solisti...


C'è solo un aspetto che non è stato ancora superato: come coprire le ingenti spese che un allestimento come questo richiede?
Per fare un'opera che lasci qualcosa a chi la verrà a vedere occorre che tutto sia perfetto... 
Sulla Musica e i testi metto la mano (quella buona) sul fuoco... Sulle animazioni anche... Su tutto il resto pure...
Tutto questo ha un alto costo... Attualmente io sono l'unico compositore, autore, regista e...ahimè...produttore...
Questo significa che, se si andrà "a bagno", se verrà poca gente, se non troverò qualcuno disposto ad aiutarmi anche economicamente dovrò intaccare il mio già esiguo capitale...
Se è vero che ho seguito le orme del possente Richard Wagner che si è sempre confezionato le proprie opere senza ricorrere all'ausilio di librettisti, registi ecc..., è altrettanto vero che lui ha avuto un mega sponsor per i suoi capolavori: Ludwig II di Baviera... Il nobile ha finanziato ogni singola nota del grande compositore tedesco arrivando persino a costruirgli un teatro appositamente per le sue rappresentazioni...


Questo POST ha quindi lo di richiedere un aiuto a SPONSOR illuminati disposti a credere nella bontà dell'iniziativa e a investire qualche somma di denaro nel mio, nostro, progetto...
Basta poco... E' l'unione che fa la forza...
Parlo soprattutto a quelle ditte importanti e floride del territorio che abbiano intenzione di destinare una somma all'arte...
In cambio offro, naturalmente, estrema visibilità al marchio, in queste pagine e su tutto il materiale pubblicitario del Musical...
Tra poco andranno in stampa i manifesti e tutto il materiale di IELUI... Occorre, quindi fare abbastanza in fretta...
Alle amiche e agli amici ricordo che già la loro presenza alle rappresentazioni è sinonimo di sponsorizzazione... Più pubblico ci sarà più saranno i biglietti venduti...


Ho anche fatto richiesta a "Musicraiser", la famosa piattaforma di crowdfunding. Appena (e se) accetteranno il mio progetto ve ne parlerò più approfonditamente... 
Se IELUI verrà preso sotto l'ala protettrice di "Musicriser" ognuno di voi potrà contribuire al progetto in base alle proprie inclinazioni... Per ogni somma versata da voi vi verrà data una "ricompensa"...adeguata al contributo versato...
Ma è presto per entrare nello specifico...per il momento mi metto in attesa di qualche SPONSOR gentile e generoso, amante dell'arte e (spero) della mia Musica...



A questa sera...

29/09/2914 Lunedì mattino... PENSIERI SERI... Una giornata qualunque di un popolo speciale...

Buon giorno...


Ieri mattina, domenica, vi ho dato la sveglia invitandovi a immaginare con una fotografia, una locandina, fin troppo scontata...questa...


Se proprio non vivete in un eremo avrete riconosciuto il manifesto del docufilm (ma preferirei chiamarlo film) di Gabriele Salvatores "Italy in a Day" andato in onda sabato sera alle 21:30 (uhm...veramente un po' più tardi) su Rai tre...
Lungi da me l'idea di fare una recensione... L'avrete visto in molte/i...avrete letto tutto ciò che c'era da leggere ieri sui giornali... 
Come al solito, mi limito a scrivere le mie considerazioni...


Era il 25 ottobre 2013...avevo appena terminato un concerto di pianoforte nella Sala Santa Maria di Acqui Terme, la mia città... L'occasione era quella di presentare il mio ultimo CD, appena uscito in commercio, "Invenzioni...
Al termine del concerto, dopo gli immancabili convenevoli, io e i miei inseparabili amici ci siamo trovati a casa di JOE, amico di sempre... L'occasione era il suo compleanno...ma anche un po' il mio... Il suo era proprio quel giorno...il mio due settimane esatte prima...
Abbiamo festeggiato, detto le solite quattro battute sciocche...abbiamo riso... Alla fine a qualcuno è venuto in mente che quelle immagini allegre, vocianti (come sempre avevamo finito per intonare gli immancabili canti più o meno goliardici), quei sorrisi potevano essere immortalati e spediti non so dove alla produzione di un film che avrebbe raccontato le vicende della nostra Italia, e dei suoi abitanti, in un giorno preciso dell'anno: il 26 ottobre 2013... In effetti, a forza di ridere, cantare e scherzare, l'orologio ci aveva traghettati proprio al sabato 26 ottobre...


Francamente non so se le immagini che abbiamo girato sono state poi mandate da qualcuno alla produzione... Dopo una settimana mi sono completamente dimenticato della questione (non certo della bellissima serata trascorsa con i miei meravigliosi amici)...
E' stata poi la ridda di notizie sul film, prima in occasione della presentazione a Venezia, poi per il lancio televisivo di "Italy in a Day", che mi ha fatto tornare in mente quel nostro progetto...
Sabato, ovviamente, ho guardato il lavoro di Salvatores e ne sono rimasto molto colpito... Perché è bello, armonioso, perché sembra essere stato concepito da una sola mano e non da 44.000 cuori, cervelli, occhi ( in realtà questi sono 88.000)...


Mi aspettavo di trovare dentro a quelle immagini tante cose superficiali, tanti lavori di giovani internauti... La rete, si sa, ci ha abituato al Trash...
Invece no... "Italy in a Day" è un film toccante...molto toccante...e lo è perché è sincero...soprattutto sincero....
Da quell'ora e mezza di film viene fuori quello che è il cuore di noi italiani... Viene fuori la tristezza di chi è solo...che si trovi in una mansarda di un condominio di una metropoli o su una nave ricoperta di container e perduta nell'oceano... 


Viene fuori la solidarietà del nostro popolo, in giro per il mondo a salvare vite umane, o semplicemente accanto ai propri cari anziani... Viene fuori il punto di partenza di una nascita...e quello di arrivo di chi muore...


Viene fuori l'alba vista da un paese che non è al tramonto e il tramonto visto da un popolo che vuole ri-sorgere in una nuova vita...
Viene fuori l'uomo e la donna ben piantati a terra...e quello con la testa tra le nuvole...che siano esse immaginarie o reali come quelle dell'astronauta che riesce a godere, ogni giorno, della bellezza e della magia di sedici tramonti e sedici albe sparpagliate intorno al nostro pianeta...


E' una sinfonia di cuori ben orchestrata quella di "Italy in a Day"... Non pensavo che mi sarei potuto commuovere vedendolo...invece sì... Bisogna riconoscere alla Rai di aver fatto una scelta coraggiosa e ottima non inserendo all'interno del film alcuna pubblicità... Il pathos, in questo modo, non si è interrotto...
Qual è stato il momento più toccante? Beh...ce ne sono stati tanti... Ricordo con particolare emozione due momenti, se vogliamo non collegati tra loro ma, in qualche modo, riconducibili al mio Musical "Ielui"... Mi riferisco all'episodio della bambina con in braccio la sorellina appena nata che rimane disorientata di fronte alla domanda: "sai cos'è l'amore?"... 


Lo stesso sguardo l'ho ritrovato in quella signora anziana che dialoga con un uomo...
La signora appare evidentemente nel suo mondo... Non ricorda di avere quattro figli... Non ha più memoria, ovviamente, neppure dei loro nomi. Uno di loro, Gabriele, cerca di farglieli ricordare...
La signora continua a essere confusa...ma non del tutto... Per esempio, quando sente pronunciare il nome Gabriele, dice al figlio: "ti sei scelto un bel nome"... "No, mamma, l'hai scelto tu!"
La signora afferra le mani dell'uomo con lentezza ed eterna dolcezza e le bacia... 
Quello è un momento davvero meraviglioso...commovente... Quanti ricordi...quanti nostalgie nel vedere quella mamma, così persa eppure così vicina al cuore del proprio figlio...
"Sei un angelo?"... La donna pone una domanda ingenua e profonda al figlio... "No mamma"... La donna, calma e serena risponde: "allora lo stai diventando"...
Su queste parole chiudo il mio POST...non credo di dover aggiungere altro...

A più tardi...